Rimborso biglietto aereo – emergenza coronavirus

In questo momento di emergenza per il Covid 19 numerosi voli sono stati cancellati e altrettante persone sono state costrette a non viaggiare per via di restrizioni imposte da altri paesi per il contenimento del virus.

Le autorità hanno predisposto delle norme a tutela dei viaggiatori, specificando quando è possibile richiedere il rimborso e quando questo non è dovuto.

Quando si può chiedere il rimborso del biglietto aereo?

Il rimborso del biglietto aereo può essere richiesto se:

Il volo che è stato cancellato era previsto nelle date tra l’8 Marzo e il 3 Aprile 2020. Per tutte le date successive bisognerà aspettare ulteriori disposizioni da parte delle autorità.

Il passeggero è sottoposto a misure di contenimento (quarantena o ricovero) dell’epidemia da Covid 19 e che quindi non posso usufruire del biglietto aereo.

Il passeggero è soggetto alle restrizioni di Paesi terzi imposte nei confronti delle persone che provengono o che abbiano soggiornato in Italia negli ultimi 14 giorni.

Voucher o rimborso economico?

I passeggeri che rientrano nei casi sopra elencati possono richiedere alternativamente o un voucher di viaggio o il Rimborso economico integrale del biglietto.

Quali sono le differenze?

Il Voucher è un buono di importo pari al valore del biglietto acquistato da utilizzare per prenotare un nuovo volo entro e non oltre 1 anno.

Il rimborso del biglietto prevede la restituzione dell’intero importo o di parte del valore del viaggio non utilizzato.

ATTENZIONE! TALE SCELTA E’ DEL PASSEGGERO E NON DELLA COMPAGNIA AEREA, CHE PUO’ PROPORLO MA NON IMPORLO.

Se non vuoi accettare il voucher richiedi subito il rimborso, è un tuo diritto!

Per assistenza e supporto sulla richiesta di rimborso del biglietto potete contattarci tramite i nostro canali ufficiali di seguito indicati.

N.B. SE HAI GIA’ ACCETTATO IL VOUCHER, NON POTRAI CHIEDERE IL RIMBORSO ECONOMICO.


Inviando questo messaggio dichiaro di aver letto e accettato la privacy policy