Lo Sciopero Selvaggio è un evento eccezionale?

Blog

Quante volte è capitato che molti passeggeri hanno subito ritardi o cancellazioni per colpa di uno sciopero della compagnia aerea, situazioni in cui i poveri viaggiatori si sono trovati letteralmente impotenti difronte alla possibilità di poter richiedere al vettore un giusto risarcimento. In genere infatti questi eventi vengono considerati come straordinari, esonerando la compagnia dal corrispondere una compensazione pecuniaria. Ma siamo sicuri che lo sciopero selvaggio è considerato come una circostanza eccezionale?

Secondo un recente intervento effettuato direttamente dalla Corte di Giustizia Europea e da numerosi Giudici di Pace, viene chiarito come lo “sciopero selvaggio” da parte dei dipendenti di una compagnia è non altro che la diretta conseguenza di una decisione del vettore, e non può essere ritenuto un evento che sfugge al suo effettivo controllo. Perciò, le contrattazioni con il personale dipendente rientrano nell’ordinaria gestione di un’azienda e di conseguenza possono ragionevolmente causare dei movimenti interni da dover fronteggiare.

Pertanto, se volessimo rispondere alla domanda lo sciopero selvaggio è considerato come una circostanza eccezionale? No! esso corrisponde ad un evento che rientra nella normale sfera di attività del vettore aereo.

Quindi, tutti i passeggeri coinvolti nei vari scioperi selvaggi dei dipendenti delle compagnie aeree, hanno diritto alla corresponsione della compensazione pecuniaria prevista dalla normativa europea.

E non solo, laddove la compagnia non abbia prestato assistenza (offrendo ad es. un volo sostitutivo), anche le eventuali spese di riprotezione sostenute per l’acquisto dei nuovi biglietti da parte dei passeggeri, devono essere rimborsate.

Dunque se avete subito un ritardo o una cancellazione per via di uno sciopero selvaggio da parte di una compagnia, contattateci! Vi aiuteremo ad ottenere il giusto risarcimento che vi spetta.