Versca Urbani

Buonasera,
vi ringrazio molto per il lavoro e i risultati ottenuti, come vi avevo detto inizialmente, il nostro ricorso non era finalizzato ad ottenere un rimborso in denaro, piuttosto una maggiore sensibilizzazione da parte della compagnia per quanto riguarda le esigenze basilari degli utenti in caso di ritardo del volo associato alla chiusura delle strutture adette ai servizi di prima necessita (l’acquisto di una bottiglietta d’acqua o di uno snak,in presenza di un diabetico in crisi ipoglicemica, piuttosto che un punto dove poter scaldare un biberon…non dimentichiamoci che in quel volo erano presenti molti anziani e bambini che erano partiti in giornata da Cagliari per affrontare delle visite mediche specialistiche,io e mia mamma comprese).
Augurandoci che la compagnia aerea sviluppi una maggiore sensibilità nei confronti dei suoi passeggeri, non possiamo che essere soddisfatte non solo dei risultati, ma anche della professionalità e della gentilezza che abbiamo trovato rivolgendovi alla vostra associazione.
Ringraziandovi anticipatamente per il vostro interessamento,vi invio i miei piu’ cordiali saluti.